Stampanti 3d: la rivoluzione nel fai da te! | ITN Blog

Stampanti 3d: la rivoluzione nel fai da te! 
0

stampanti 3d

 

Stampanti 3d, ne avete mai sentito parlare?

 

Da diversi giorni online ci sono moltissime notizie che hanno come protagoniste le stampanti 3d, con le quali si può progettare e creare qualsiasi cosa: gioielli, oggetti di arredamento e qualsiasi cosa vi venga in mente, c’è chi addirittura ha usato le stampanti 3d per costruire intere abitazioni. Basta avere un’idea, saperla progettare e programmare (le stampanti hanno un codice di programmazione) e premendo il tasto stampa darete vita all’oggetto ideato.

 

stampanti 3d

 

La stampante 3d utilizza uno speciale ‘inchiostro’, stampa strato su strato e una volta solidificato otterrete l’oggetto tridimensionale ideato. Nel mondo questa tecnologia sta spopolando e sta attirando sempre più persone, sono nate in giro nel globo diverse comunità che utilizzano le stampanti 3d in collettività dando vita a progetti originali.

 

Se pensate che qui in Italia sia ancora fantascienza questa particolare tecnologia, vi sbagliate. Vi consigliamo la visione dello speciale del Tg1 andato in onda il 19 gennaio, servizio che a noi ha fatto scoprire diverse realtà italiane che hanno fatto delle stampanti 3d il fulcro delle proprie attività.

 

FabLab è il nostro fiore all’occhiello per il making e la digital fabrication in Italia, uno spazio dove tutti possono progettare e realizzare oggetti. Aprono un vastissimo ventaglio di possibilità a chiunque abbia un po’di fantasia e un pizzico di volontà per apprendere questa nuova arte. E voi cosa costruireste se avesse una stampante 3d a disposizione?

 

Vi lasciamo con lo speciale del Tg1, vi invitiamo a tornare sul nostro blog, seguiranno degli approfondimenti sulle stampanti 3d, che hanno letteralmente rapito la nostra curiosità tanto da spingerci ad iscriverci al prossimo incontro di FabLab che si terrà a Napoli, dunque Stay Tuned.

 

http://www.tg1.rai.it/dl/tg1/2010/rubriche/ContentItem-9b79c397-b248-4c03-a297-68b4b666e0a5.html

 

Puoi lasciare un commento, o un trackback per il tuo sito.

Lascia un commento

*