Come tutelare la privacy - Siamo davvero in pericolo ? • ITN Blog | ITN Blog

Come tutelare la privacy – Siamo davvero in pericolo ? 
0

come tutelare la privacy

 

Come tutelare la privacy e in generale il tema della protezione dei dati sensibili in rete sono argomenti attualissimi di dibattito per la variegata ed eterogenea comunità digitale .

 

La maggior parte degli utenti che navigano in Internet non immaginano che l’ utilizzo ripetuto di una password possa tradursi nel pericolo di tracciabilità dei propri dati personali. Né tantomeno sono a conoscenza di come tutelare la privacy.

 

Il termine più in voga in questo momento è “mercificazione delle informazioni private”, come spiega Bernhard Hoertzl, Chief Marketing Officer di 123people: le grandi aziende utilizzano spesso la vulnerabilità dei sistemi di tutela della privacy on line per le profilazioni dei propri target di mercato finalizzate alla vendita di spazi pubblicitari. Viene dunque manipolata la non curanza.

 

È necessario sensibilizzare l’utente dei pericoli ai quali ogni giorno si espone e allo stesso tempo metterlo nelle condizioni di gestire la digital footprint personale in modo più trasparente possibile. La chiave è imparare ad autodifendersi. Questo è possibile farlo delimitando il recinto entro il quale si espone la sfera del privato.

 

L’utente è convinto di mettere in cassaforte le sue informazioni private con la creazione di una password personale. La verità è che pochi si rendono realmente conto che affidare quotidianamente ad un gestore terzo i dati riservati, non ci esime in nessun modo dal pericolo che essi possano essere violati ed utilizzati per scopi che prescindono dalla nostra volontà. Dunque, come tutelare la privacy ? Partiamo da dati concreti.

 

 

come tutelare la privacy

 

 

Utilizzare la stessa password su più di un sito, scaricare software da Internet oppure clickare nei messaggi email, sono solo alcuni dei comportamenti comuni che espongono l’utente a rischi altissimi di violazione dei dati personali.

 

Chi entra in possesso della chiave per accedere ai nostri dati personali può controllare o eliminare direttamente la mail, le foto, i contatti, può spacciarsi per un altra persona o addirittura reimpostare le password che vengono utilizzate per effettuare acquisti on line, minando fattivamente la sicurezza dei nostri risparmi.

 

La nostra intenzione non è quella di incutere paura, solo quella di seminare dibattito. Di certo la sensibilizzazione è il primo passo. Partiremo da questo presupposto per offrirvi nuovi spunti di riflessione. Del resto capire come tutelare la privacy può renderci fattivamente sicuri e liberi da ogni pericolo.

 

Puoi lasciare un commento, o un trackback per il tuo sito.

Lascia un commento

*